16 Aprile 2011

Stazione Danza fa capolinea a Trieste con tre spettacoli mozzafiato

La danza torna a Trieste con tre eventi esclusivi, che vedranno esibirsi sul palco del Teatro Miela giovani promessi e promesse della danza italiana d’autore. Va in scena al Teatro Miela di Trieste il primo festival in regione interamente dedicato alla giovane danza d’autore italiana. Nato dalla collaborazione tra a.ArtistiAssociati – Circuito Danza Friuli Venezia Giulia e Bonawentura/Teatro Miela, STAZIONE DANZA vuole portare a Trieste il meglio della nuova danza italiana. Assisteremo ad una danza che più si spinge verso la sperimentazione e la ricerca, attraverso il lavoro dei “danz’autori” più innovativi, i quali rappresentano una nuova generazione di coreografi-danzatori: sperimentano interazioni inedite tra lo spazio e il corpo liberandosi coraggiosamente da ogni convenzione scenica.

Ieri  sera  questo percorso è stato inaugurato con quattro esibizioni di Giuliana Urcioli, Francesca Foscarini, Silva Gribualdi, Marco d’Agostin e Marta Bevilacqua. Oggi, sabato 16 aprile alle ore 21, sarà la volta di Martina Cortelazzo, Daniele Ninarello, Valentina Saggin e Matteo Fantoni. Domenica 17 aprile la rassegna si chiuderà con lo spettacolo dal titolo “ Con le labbra dipinte”, piccole storie di vita quotidiana e degli affetti interpretate da Stefania Figliossi, Vincenzo Capezzuto, Enrico Morelli, Michele Barile, Paolo Lauri e Giovanni Napoli.

Ironia, gioia, vitalità, violenza, contraddizione, spaesamento, isolamento, coraggio, meraviglia: questi danz’autori desiderano comunicare e condividere con il proprio pubblico una tappa del proprio percorso artistico, uno spaccato del proprio mondo.

Per maggiori informazioni sui singoli spettacoli visitate la sezione Eventi di Bora.la oppure il sito www.miela.it. Buona danza!

Tag: , , , .

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.