2 Aprile 2011

“I Verdena avrebbero suonato anche senza un garantito. Al più presto una nuova data a Trieste”

In merito alla questione relativa all’annullamento della data del 9 aprile di Verdena al Teatro Miela, ecco la nota inviata dall’ufficio stampa per chiarire i termini della vicenda:

I fatti che hanno portato alla cancellazione della data di Trieste riguardano la totale mancanza di comunicazione tra Associazione Tetris (promoter dell’evento) e Teatro Miela nei confronti di Verdena e Dna e l’assoluta indisposizione da parte degli stessi ad un qualsivoglia confronto. Nonostante la conferma della data e il recapito del contratto agli interessati risalga rispettivamente al 24 Febbraio e al 10 Marzo, solo due settimane fa l’associazione ha cominciato a lamentare condizioni contrattuali insoddisfacenti e ha preteso di rinegoziare l’accordo. In questo arco di tempo Verdena e Dna hanno cercato in ogni modo di salvare la data già annunciata per rispettare l’impegno preso con i fans, rendendosi disponibili a suonare senza garantito e accollandosi i costi della struttura, nonostante il promoter avesse deciso di rinegoziare l’accordo all’ultimo momento. Nessuna di queste soluzioni è risultata gradita al Teatro Miela, che ha deciso di cancellare la data rifiutando di
spiegarcene le ragioni.

Cogliamo quindi l’occasione per esprimere il nostro rammarico per non aver potuto mantenere il nostro impegno nei confronti di chi, il 9 Aprile, avrebbe voluto essere presente al live.
Verdena e Dna cercheranno di tornare presto in Friuli certi di trovare un contesto sicuramente più favorevole e congeniale per tutti.

Nella loro replica i responsabili di Miela e Tetris hanno dato agli amici di Trieste tutti gli elementi per ricostruire l’accaduto.
Parole loro: hanno aspettato di ricevere il contratto – che come sempre avviene è arrivato solo in seguito a una negoziazione dei termini dell’accordo – per decidersi a valutare la loro convenienza economica rispetto alle richieste della band (che, ovviamente, sono le stesse delle altre 35 date del loro tour ad oggi confermate).
La loro controproposta arriva in data 28 Marzo, a due settimane esatte dal concerto.
La “prassi comune” – a cui fanno riferimento senza, evidentemente, conoscerla – è che l’agenzia dichiari le condizioni a cui un artista è disponibile nel momento stesso in cui ne viene chiesta la disponibilità, e non, come dicono loro, quando invia il contratto, che serve solo a ratificare un accordo già preso.
Le nostre condizioni erano note agli organizzatori oltre un mese prima della data in cui si sono tirati indietro rispetto alle stesse.
Voglio anche precisare che quella di annunciare il concerto non è stata una nostra decisione arbitraria (non è che il nostro calendario sembra vuoto se non ci inseriamo date ancora in fase di trattativa). L’annuncio è stato fatto dopo che il promoter veneto che ci ha contattato come referente per la data – e che oggi l’associazione Tetris ci dice essere “un buon amico che ha avuto un ruolo del tutto informale” – ha ricevuto e accettato la nostra conferma della data stessa.

Infine, quello che vorrei arrivasse al pubblico, triestino e non, è che i Verdena non sono diretti interlocutori della questione. La band è ovviamente estranea a vicende contrattuali e trattative perchè così dev’essere ed è sempre stato, non è un ruolo che compete al gruppo. E anche questo dovrebbe essere cosa nota ad un promoter che sappia fare il suo lavoro. Messi di fronte alla situazione Verdena avrebbero deciso di suonare comunque anche senza un garantito a fronte dell’impegno preso nei confronti dei fans. Ai Verdena sta a cuore che il tour di Wow passi dalla città di Trieste e ci impegneremo a trovare degli altri referenti con cui riprogrammare la data al più presto.

Per quanto ci riguarda, DNA si rammarica per il pubblico di Trieste e si prende la responsabilità per aver commesso l’errore di affidare a promoter professionalmente inadeguati la gestione del concerto.

Tag: , , .

3 commenti a “I Verdena avrebbero suonato anche senza un garantito. Al più presto una nuova data a Trieste”

  1. “Verdena e Dna cercheranno di tornare presto in Friuli” 😀 😀 😀

    Basta, se li gavemo zogadi.

  2. Avatar Tergestin

    Tra l’altro in Friul i riva a organizzar mega-concertoni ogni do’ per tre con tuti i tochi grossi che i vol. Mentre noi della “grande Mela” regional se caghemo ‘dosso apena se va oltra una sagra de cantanti folk dialettai.

    Sia chiaro che no entro nela polemica tra Tetris e DNA (che no conosso) ma constato come a TS se fa salti mortai e se se organiza solo pei over 80.

  3. DNA continua con le falsità.
    Leggete il loro primo comunicato: è firmato “Verdena & DNA”.
    Adesso dopo la magra figura fatta con il suddetto comunicato, cercano di lasciare fuori dalla questione la band: questo per dire quanto siano chiari e professionali quando si muovono.

    Come prova la nostra email del 28/3 che abbiamo pubblicato integralmente nel nostro comunicato, la nostra disponibilità c’era fino all’ultimo: è stato DNA, rifiutandosi di rispondere anche in senso negativo, a decidere di non fare la data del 9/4.

    Altro che “Messi di fronte alla situazione Verdena avrebbero deciso di suonare comunque anche senza un garantito a fronte dell’impegno preso nei confronti dei fans.”: SE FOSSE VERO AVREBBERO SUONATO e non ci sarebbe stato alcun problema.

    Sia chiaro:
    SE FOSSE VERO QUANTO AFFERMA, DNA NON AVREBBE PROBLEMA ALCUNO A PORTARCI IN TRIBUNALE E FARSI RISARCIRE IL DANNO SUBITO, COME DA CONTRATTO: NON LO FANNO PERCHE’ HANNO TORTO E NOI NON ABBIAMO DISATTESO ALCUN OBBLIGO CONTRATTUALE CON LORO.

    Tutto quello che gli resta è diffondere falsità via internet.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.