21 marzo 2011

Duino tra passeggiate, il romantico castello e…poesia

Dove altro festeggiare laImage poesia e la letteratura se non nel luogo dove sono di casa: lo splendido Castello di Duino sorge in una pittoresca e panoramica posizione su un carsico sperone roccioso a precipizio sul mare, con una strabiliante veduta del golfo di Trieste. Fu dimora di personaggi illustri che lo hanno abitato come Dante, Johann Strauss, Gabriele D’Annunzio, Mark Twain, Franz Liszt, Paul Valéry e il poeta Rainer Maria Rilke che compose qui le sue famose “Elegie Duinesi” e che presta il proprio nome a una delle passeggiate più belle e suggestive a strapiombo sul mare, il sentiero Rilke, che si conclude al Collegio del Mondo Unito.

Ed è in questo luogo d’incontro tra le arti, la natura e la cultura che si svolge il Concorso Internazionale di Poesia Castello di Duino.

Nei suoi sette anni di vita ha coinvolto 8000 giovani poeti provenienti da 90 Paesi e da quattro continenti e un pubblico sempre più numeroso e appassionato, dunque uno dei più importanti premi letterari riservato ai giovani, come è stato riconosciuto dalla Commissione Nazionale Italiana per l’UNESCO, che sin dalla sua prima edizione ha concesso annualmente il patrocinio. Il concorso richiamerà anche quest’anno a Trieste giovani autori di tutto il mondo, per conferire il 27 marzo, al migliore in assoluto, la medaglia del Presidente della Repubblica, nell’ambito di una cerimonia di premiazione che si svolgerà nella suggestiva cornice del Castello di Duino.

Riservato ai poeti fino ai 30 anni di età, il concorso prevede  una graduatoria speciale per i giovanissimi (under 16), la presentazione di “progetti scolastici” e, a partire da questa edizione, è arricchito da una sezione teatrale. Una giuria di altissimo livello, composta di critici letterari, poeti e docenti universitari di letterature comparate, valuta tutte le poesie nella lingua madre degli autori. Ma a rendere peculiare il concorso è in primis la sua ispirazione: promosso dall’Associazione di volontariato “Poesia e Solidarietà” di Trieste, il concorso rientra in un vasto progetto basato sull’idea che la parola poetica e il dialogo “senza confini” possano promuovere il pacifico confronto sui valori.  Sono numerose le personalità che negli anni hanno condiviso questa impostazione, partecipando alla manifestazione come testimonials (tra gli altri gli scrittori Boris Pahor, Titos Patrikios, Dieter Schlesak), e le Istituzioni che lo appoggiano fin dalla nascita. Il testimonial di quest’anno sarà il poeta albanese Arben Dedja.

A testimonianza di quest’impegno ad ogni edizione i giovani vincitori offrono una parte del loro premio in solidarietà e, per volontà di Antonietta Risolo, titolare della Casa Editrice Ibiskos Risolo, anche il ricavato del libro che raccoglie le poesie dei vincitori va alla Fondazione Luchetta Ota D’Angelo Hrovatin, per i bambini vittime di guerra.

A fare da corollario alla premiazione del concorso anche quest’anno ci saranno molte iniziative collaterali: dal 21 marzoGiornata Mondiale della Poesia proclamata dall’Unesco, all’8 aprile Duino si trasformerà in un grande laboratorio poetico-letterario.

Sintesi del programma

Aprirà le celebrazioni, il 21 marzo, un incontro rivolto a tutte le scuole della regione e dedicato a Italo Svevo, scrittore triestino di cui ricorre quest’anno il 150° anno dalla nascita.

Il 24 marzo sarà la volta di “Poesia per la pace”: reading di poesie, proiezione di video e premiazione dell’omonimo concorso per le scuole. Il 25 marzo unworkshop dal titolo “Tradurre: nell’officina del traduttore poeta” farà invece il punto sul lavoro di traduzione di testi poetici, sulle sue difficoltà e sul suo intenso fascino. Nella stessa giornata verrà inoltre inaugurata la mostra fotografica “Orizzonti”, che raccoglie una selezione degli scatti inviati da tutto il mondo dai giovani poeti del Concorso Internazionale di Poesia Castello di Duino, commentati con i loro stessi versi, per riportare, nell’età del “visuale”, l’immagine alla parola. La mostra rimarrà visitabile fino all’8 aprile. Sempre il 25 marzo nella Sala del Museo Sartorio verranno interpretati dagli attori della “Macchina del Testo”  i testi premiati dal concorso per la sezione “Teatro”.

Una festa della Poesia Balcanica, con letture del poeta Arben Dedjatestimonial del concorso, e di altri poeti albanesi, greci, bosniaci e croati, con l’accompagnamento musicale del pianista Juri Nardelli, è in programma invece per il 26 marzo. Il 27 marzo infine sarà la volta della cerimonia di premiazione del Concorso Internazionale di Poesia Castello di Duino, che prevede tra gli altri premi la medaglia del Presidente della Repubblica al poeta vincitore. (Albania),

Altri dettagli sulla location: Duino e il suo castello

Il castello di Duino offre anche un grande parco impreziosito dai suoi viali romantici, pieni di statue e reperti archeologici, dalle terrazze e dagli spalti aperti sull’immensità del mare (dove si possono ammirare distese multicolori di fiori di ogni specie che costituiscono pittoreschi e suggestivi giochi cromatici nella classica vegetazione mediterranea) si accede anche al bunker costruito durante la seconda guerra mondiale nella roccia a picco sul mare e che, grazie a pazienti e delicati lavori di recupero e di restauro conservativo, è stato trasformato in un suggestivo mini-museo con cimeli d’epoca che sono esposti in una grande sala (ben 400 metri quadrati) scavata a 18 metri di profondità.

Il testimonial del concorso – Arben Dedja

Arben Dedja (1964) è nato a Tirana (Albania), dove ha studiato Medicina e Chirurgia e poi si è specializzato in Chirurgia Generale. Vive in Italia dal 1999 e lavora come ricercatore (precario) presso l’Università degli Studi di Padova. Pubblica articoli scientifici nel campo della trapiantologia e delle cellule staminali. In Albania sono usciti due suoi libri di poesie e tre di traduzioni poetiche (Tutte le poesie di Guido Cavalcanti; 30 poesie di Umberto Saba; e ancora Poesie scelte del poeta ceco Miroslav Holub). Autotraducendosi, ha potuto pubblicare suoi testi anche in Italia, in riviste cartacee, E-zine e siti internet. La sua prima raccolta poetica in italiano, intitolata La manutenzione delle maschere, è uscita presso le Edizioni Kolibris (Bologna, marzo 2010).

Concorso Internazionale di Poesia Castello di Duino

Trieste – Duino (varie sedi)

21 marzo – 8 aprile 2011

www.castellodiduinopoesia.it

Tag: , , .

Un commento a Duino tra passeggiate, il romantico castello e…poesia

  1. Una precisazione: la medaglia del Presidente della Repubblica non va al migliore in assoluto, ma e´un premio collaterale. Al migliore in assoluto va il Primo Premio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *