28 Febbraio 2011

“Noi abitanti di Prosecco ci sentiamo abbandonati da Trieste”

«Abito a Prosecco, Comune di Trieste – ma per diverse ragioni spesso mi sembra di vivere su Marte. […] C’è una sensazione di abbandono da parte del Comune di questo piccolo fazzoletto di località». Queste le parole di un residente, parole significative perché simili alle opinioni di molti abitanti di Prosecco – Prosek e Contovello – Kontovel raccolte dai questionari di Tra La Gente.

Promossa dal Pd di Trieste attraverso Nativi e Noiza per segnalare al candidato Sindaco di Trieste 2011 i problemi principali da risolvere nel capoluogo giuliano, la campagna Tra La Gente tocca appunto, in questa puntata, Prosecco e Contovello, dopo aver già affrontato i problemi segnalati a San Giacomo, Barriera Vecchia, Roiano, Opicina, Centro Città, San Giovanni e Borgo San Sergio.

SENSAZIONE DI ABBANDONO
Ci sono diversi segnali per sentirsi lontani da chi occupa il potere in piazza Unità. Alcune case ancora non disporrebbero della rete del gas e di quella delle fognature, per esempio. Quando nevica, il Comune non si preoccupa di pulire tempestivamente le strade di questi due paesi carsici.

GESTIONE DISCUTIBILE DI TRAFFICO E SEGNALETICA
Ci sono tir in uscita dall’autostrada che continuerebbero a dirigersi verso il centro di Prosek, a causa di una segnaletica «approssimativa ed insufficiente». Mancherebbero in altri punti critici del luogo: rotatorie, semafori, segnaletiche sensate. E, ciliegina sulla torta, la strada tra Contovello e Prosecco sarebbe pericolosa per gli scolari delle elementari e dell’asilo, a causa dell’assenza di marciapiedi e di margini della strada occupati da auto in sosta vietata.

SPAZI VERDI DENTRO I PAESI, SPAZI PER TUTTI
Vivendo l’umore anche di altri paesani, uno di loro ci scrive: «Esiste l’annoso problema di uno spazio verde comune per anziani, bambini e accompagnatori. Dipiazza a riguardo ha costruito un parcheggio alla fermata del bus, aggiungendoci un’altalena, il tutto in mezzo alle due arterie di scorrimento maggiori del Carso. Applausi. La comunità locale avrebbe individuato in autonomia lo spazio e attraverso raccolte fondi sta lentamente portando avanti i lavori per uno spazio adeguato diverso, magari un aiuto del comune potrebbe essere utile».

TRASPORTI PUBBLICI
I trasporti pubblici Prosecco-Trieste sarebbero «appena sufficienti» e inoltre si sentirebbe la mancanza di un collegamento diretto verso Opicina con frequenza soddisfacente.

Tag: , , .

3 commenti a “Noi abitanti di Prosecco ci sentiamo abbandonati da Trieste”

  1. Avatar Rupel

    confermo tutto Di Piazza invece di venire a messa a Prosecco farebbe bene a sborsare qualche Euro per far riasfaltare la strada del friuli etc.

  2. Avatar aldič

    speremo in cosolini roberto!!

  3. Avatar francesco

    Sul collegamento bus da e per opicina sono d’accordo, ma questo compete alla Provincia. Sul parcheggio trovo invece le critiche ingiuste. Domando se quell’intervento non fosse stato concordato anche con la Circoscrizione.
    E poi dire che è stata messa “un’altalena in mezzo alle due arterie di scorrimento maggiori del carso” non corrisponde proprio al vero. Non è certo un parco pubblico ma non è li dove ci organizzano il luna park durante la festa di San Martino?
    Certamente bello sarà predisporre nuovi spazi verdi attrezzati pure a Prosecco, le cui case fortunamente sono già immerse nel verde.
    Ma non si può dire male di tutto, per esempio del parcheggio che si è invece rivelato molto utile.
    E sarebbe ancora più utile se solo fosse utilizzato da tutti quelli che lasciano le auto parcheggiate in sosta vietata – come lamentano gli stessi cittadini – nel tratto tra la scuola ed il capolinea del bus.
    Ben altri sono i “vuoti” della amministrazione Di Piazza, primo tra tutti il mancato completamento della sistemazione di strada del Friuli come ricordava Rupel. Lavori iniziati con grande entusiasmo e grandi risultati (il ponte bailey, l’allargamento del primo tornante e poi del secondo entrambi fatti in tempi record e con fondi regionali) e poi da circa un anno e mezzo apparentemente interrotti. Perchè questo stop?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.