8 Febbraio 2011

8 febbraio a Ljubljana: Trieste protagonista. Al poeta triestino Miroslav Košuta il più alto riconoscimento culturale sloveno

Non so se sono molte le comunità che dedicano una data precisa alla valorizzazione della propria cultura, ma tra queste c’è sicuramente quella slovena.
L’ 8 febbraio è la giornata della cultura slovena; la data è stata scelta in ricordo della morte di France Prešeren (1800-1849), considerato un po’ il padre della poesia slovena e autore dell’inno nazionale. Una sua strofa è incisa anche sulla moneta da 2 euro, mentre una statua del Poeta è visibile nella principale piazza di Ljubljana. In Slovenia l’8 febbraio è festa nazionale, con scuole e uffici chiusi, ma soprattutto con musei aperti al pubblico gratuitamente e una serie infinita di avvenimenti culturali. La giornata è molto sentita anche tra gli sloveni che vivono fuori dai confini nazionali, per esempio in Italia, dove in questi giorni si susseguono molte iniziative.
L’avvenimento più importante si svolge alla vigilia del 8 febbraio al Cankarjev dom di Ljubljana. Ogni anno, in questa occasione, vengono consegnati i ”Premi Prešeren“ (Prešernove nagrade) – il più alto riconoscimento nazionale in campo culturale al quale può ambire uno sloveno.

Lunedì sera, durante una bella cerimonia trasmessa in diretta dalla tv slovena e alla presenza del presidente della Repubblica Danilo Türk, sono stati distribuiti sei premi minori, ma soprattutto i due premi principali al direttore d’orchestra Anton Nanut e al poeta Miroslav Košuta. E così, grazie a quest’ultimo, anche Trieste è stata protagonista della serata: immagini molto poetiche di una Trieste nebbiosa e silenziosa hanno fatto infatti da sfondo alla lettura di alcune poesie di Košuta, nato a Santa Croce (Križ) e oggi residente a Contovello (Kontovel).
Košuta è stato per oltre 20 anni direttore del Teatro stabile sloveno di Trieste (SSG), ma è soprattutto autore di numerosissime raccolte di poesie per adulti e bambini. Alcune sono tradotte anche in lingua italiana, come l’ottima l’antologia bilingue Memoria del corpo assente – Spomin odsotnega telesa. Protagonista indiscussa delle liriche di Miroslav Košuta: la città di Trieste e il suo mare. Ma anche il Carso e la sua gente.

Foto: Benjamin Kovač – Zurnal24

Tag: , , .

5 commenti a 8 febbraio a Ljubljana: Trieste protagonista. Al poeta triestino Miroslav Košuta il più alto riconoscimento culturale sloveno

  1. Sara Matijacic Sara Matijacic

    Grandissimo Kosuta! 🙂

  2. effebi

    Eh, l’aria de Trieste xe bona…

  3. viceversa

    chapeau.
    “stati inu obstati”…

  4. aldič

    čestitke, obema!! complimenti a tuti due!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.