27 Settembre 2010

“Public Art”, sui bus di Trieste i quadri realizzati dai disabili dei centri diurni

“Dal primo al 9 ottobre, all’interno di tutti gli autobus si potranno ammirare i cartelli che riproducono i quadri realizzati dai disabili che frequentano i centri diurni del Comune di Trieste e che hanno partecipato al progetto Public Art per promuovere la cultura della conoscenza”. Così l’assessore alla Promozione e Protezione sociale Carlo Grilli, assieme al direttore generale della Trieste Trasporti Piergiorgio Luccarini e al direttore d’esercizio Roberto Gerin, ha presentato oggi (lunedì 27 settembre), nel deposito della Trieste Trasporti in via dei Lavoratori 2, questa nuova iniziativa che punta a far conoscere l’espressività e l’impegno artistico di una trentina di giovani disabili che frequentano i centri diurni comunali.

“Si tratta -ha sottolineato Carlo Grilli- di un percorso di comunicazione alla città di persone con disabilità, che hanno trovato nell’arte una collaboratrice ideale ed un’occasione per farsi conoscere, sviluppando possibilità di relazione”. “Grazie alla positiva collaborazione con la Trieste Trasporti –ha evidenziato ancora l’assessore- le opere dei ragazzi, correlate anche da alcune poesie e da pensieri, faranno sì che i mezzi di trasporto diventino anche dei mezzi di riflessione”.

“Siamo sempre disponibili a queste iniziative che il Comune porta avanti con passione -ha aggiunto il direttore generale Piergiorgio Luccarini- offrendo un messaggio positivo, originale e interessante di questi giovani alla nostra città”. Per la prima volta sui bus triestini, ma anche sul tram e sul Delfino Verde, i 170 mila passeggeri che quotidianamente utilizzano questi mezzi pubblici potranno vedere riprodotti su dei cartelli le apprezzabili e significative opere di queste persone.
Da segnalare ancora che, sempre nell’ambito di “Public Art”, l’Assessorato alla Promozione e Protezione promuoverà un’altra nuova iniziativa volta a promuovere la cultura della conoscenza reciproca. Sarà un appuntamento anche questo molto suggestivo ed interattivo che vedrà (venerdì 8 ottobre in piazza Unità d’Italia, dalle ore 10.30 alle ore 12.30) 400 pezzi dipinti (per una superficie di 23 m. di larghezza e di quasi 18 m. di altezza) andare a formare, sul pavimento della centralissima piazza Unità, l’immagine di una barca a vela stilizzata e sarà un ulteriore segno per festeggiare l’arrivo della Barcolana 2010. L’appuntamento è frutto di un percorso di animazione artistica, condotto da Monica Jurissevich e coordinato dall’Unità Disabili, che ha coinvolto i disabili frequentanti i centri diurni del Comune di Trieste. Saranno infatti loro ad allestire il puzzle con il coinvolgimento dei loro educatori e di studenti delle scuole superiori. L’operosità di tutti sarà supportata dalla musica incalzante dei Berimbau.

Tag: , , .

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.