21 maggio 2010

Ecco come sarà il Park San Giusto, il megaposteggio a 5 piani da 750 posti

Cinque piani per 150 posti macchina ciascuno, una lunghezza di 123 metri e un’altezza di 19. Questi i numeri del Park San Giusto, il mega progetto del Comune di Trieste che creerà nuovi posteggi in centro città.

“Dopo l’approvazione della mia delibera – spiega l’assessore Paolo Rovis dal suo blog, sul quale ha pubblicato le immagini dell’aspetto futuro dell’opera – sono in corso gli scavi archeologici nel cantiere di via del Teatro Romano. Il parcheggio sotto il colle di San Giusto è probabilmente l’infrastruttura più utile e strategica per la città di Trieste. Soddisferà le esigenze dei residenti in Cittavecchia e altre zone del Centro Storico, amplierà l’offerta della sosta a rotazione, consententirà di ampliare ulteriormente le aree pedonali, trasferendo la sosta dalla superficie al parcheggio interrato”.

Sottolinea Rovis: “La struttura migliorerà anche la fruizione turistica della città. Potrà fare da servizio ai molti alberghi nelle vicinanze e renderà comodo e rapido il raggiungimento di San Giusto grazie all’ascensore per i pedoni, nel cuore del colle”.

Tag: , , .

12 commenti a Ecco come sarà il Park San Giusto, il megaposteggio a 5 piani da 750 posti

  1. Riccardo Laterza

    Che senso ha fare parcheggi in centro, quando si dovrebbe pedonalizzare?

  2. effebi

    non vedo i cartei bilingui !!! 🙂 e co sti soldi pituttosto de far sta roba iera mejo far corsi per addestratori de cani in furlan !!! …e intanto i esuli speta l’indennizzo !!! e se iera TLT qua gaveria ormeggiado le navi de guera del stato libero !!! ma ghe sarà un local de cusina domacia ? e sopratuto ..chi inaugurerà !? Boris Pahor ?

  3. effebi

    1 …. 🙂

  4. @effebi

    fermo

    e sopratuto cossa dirà josip broz,detto tito?

  5. ciccio beppe

    Ma costa di più farne uno rialzato o uno interrato? A me pare un’opera supercostosa. Se si costruiva uno in cemento armato non era meglio?

  6. ciccio beppe

    E poi a Trieste perchè non provare i parcheggi galleggianti (cfr. “floating car parks” su gogòl ) ???

  7. diego

    Si dovevano cacciare la auto dal centro. Invece si trasforma il centro in quartiere per ricchi dove SOLO chi ha un sacco di soldi avrà il parcheggio. Dice Rovis “Soddisferà le esigenze dei residenti in Cittavecchia e altre zone del Centro Storico”… se in grado di pagare la cifra… che ritengo sarà piuttosto elevata!

  8. effebi

    un centro pieno di ricchi ? fa schifo ?

  9. ciccio beppe

    8: categoria: Aforismi

    Più stanno a sinistra più abitano in centro

  10. Richi

    Ma se la citta’ ga un calo demografico da decenni e solo da poco i disi la sia stabile o in lievissimo aumento de popolazion…….perche’ sta ossession per i parcheggi tipicamente triestina? Par che sia la seconda paturnia locale, eppur fazendo i conti no me par indispensabile ‘sto fabbisogno de posti auto.

  11. tom sawyer

    richi

    ti assicuro che in certe zone, tipo san giacomo, certe volte si rischia l’ esaurimento nervoso. io pero’ farei volentieri a meno dell’ auto, se ci fosse un sistema di trasporti pubblici come nelle citta’ tedesche. a trieste non e’ male, ma si potrebbe fare molto meglio. a proposito, la settimana scorsa a report hanno fatto vedere come si pianifca il traffico e l’espansione urbanistica in germania. poi hanno mostrato come si fa in italia. roba da spararsi un colpo. e il veneto assomiglia piu’ alla campania che alla baviera, con buona pace di zaia.

  12. mi tuti sti bori ghe li girasi ai triestini in termini de agevolazioni e finanziamento una tantum per la costruisce de un posto auto nel proprio stabile de residenza e no, o condominio o casa o casetta ecc ecc.

    El comun de Trieste dovessi esser piú elastico e flessibile nel conceder le autorizzazioni per la realizzazione dei garage, box auto, box moto ecc ecc..

    i vol ripeterse come col palazo de giustizia…

    e mi son con ciccio beppe per i floating car park. cusí gaveremo el lungo mar dele rive senza machine parchegiade.
    e tuto poi se ricolega al fato che no ghe xe’un trasporto publico su rotaia, ala vecia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *