6 maggio 2010

Saf cancella i collegamenti con la Slovenia, ma arriva la linea Trieste-Parenzo-Pola

Spesso si dice che a Trieste non succede mai nulla o che i collegamenti con gli stati confinanti sono scarsi o nulli. Ultimamente però, girando per le vie del centro, è impossibile non notare le numerose scolaresche che hanno scelto come meta della loro  gita scolastica proprio Trieste. Nelle ore serali i locali triestini sono pieni di studenti provenienti da tutta l’Italia.

Ma più in generale, se vi capita di trovarvi nelle vicinanze di Piazzale Libertà, probabilmente la vostra attenzione sarà catturata da gruppi di donne di mezza età e di uomini che escono dall’autostazione, situata accanto la stazione ferroviaria. Si recano a Trieste prevalentemente per lavoro. Sono cittadini della vicina Slovenia e della Croazia, ma anche della Romania, dell’Ungheria e della Serbia.

“All’autostazione di Trieste – mi spiega l’amministratore Alessandro Curriale davanti a una deliziosa tazza di caffè triestino – ogni giorno sono disponibili autobus in partenza da e per Trieste, collegati con l’Italia, la Slovenia, la Croazia, la Bulgaria, la Romania, l’Ungheria e la Serbia”. Ecco spiegato il motivo di tutto quel viavai.

Continuando a chiacchierare con Alessandro Curriale scopro che l’autostazione è molto ben fornita. Da qui partono e arrivano autobus di linea internazionale e nazionale delle aziende SAF, APT, Autotrans, Brioni Pula, Croatiabus, Istrapromet, Veolia, Aurigo, Fils, Florentia Bus, Fudeks, Atlassib ed Eurolines. Gli autobus viaggiano dal lunedì al sabato e la domenica con un orario ridotto. Ma chi usufruisce di questi servizi?

“Nella maggior parte dei casi si tratta di lavoratori e lavoratrici – spiega – dunque badanti, operai, muratori. Si fermano a Trieste solo un giorno, oppure per un periodo più lungo e poi ritornano a casa per le vacanze o per il weekend. E non dimentichiamoci dei turisti di passaggio, che durante la bella stagione sono molto numerosi”.

E per quanto riguarda i collegamenti giornalieri con la Slovenia e la Croazia? Gli orari di linea seguono in parte la logica delle esigenze degli anni settanta, quando  sloveni e croati venivano numerosi a Trieste per fare acquisti o per lavorare e rientravano a casa nelle tarde ore serali.
Oggi le esigenze sono cambiate, anche a causa dell’espansione del turismo nelle nostre zone. Molti turisti che arrivano a Trieste desiderano infatti passare una giornata in Slovenia e magari visitare Lubiana o Capodistria. Questi possono usufruire della linea Trieste-Lubiana oppure  della linea Trieste-Capodistria. Vista la grande richiesta di collegamenti con la Slovenia, la linea che collega Trieste alla Bulgaria (i posti sono disponibili su prenotazione) si ferma eccezionalmente anche a Lubiana.
Inoltre per quanto riguarda i collegamenti con la Slovenia c’è un importante novità: dal 15 maggio, visti i finanziamenti insufficienti, la Saf smetterà di effettuare le sue corse abituali, delle quali si occuperà esclusivamente l’azienda slovena Veolia.
La SAF continuerà a gestire la linea storica Trieste-Udine-Tolmezzo-San Candido, finanziata dal Ministero.

Ricordiamo che Trieste vanta un ottimo collegamento con l’aeroporto del Fvg di Ronchi dei Legionari. Le linee sono gestite dall’Apt e alcune  corse sono prolungate fino a Udine.

In prossimità della stagione estiva, chi  avesse in programma di andare al mare in Croazia e non avesse voglia di prendere la macchina, potrà usufruire della linea stagionale “ Trieste- Parenzo- Pola”: partenza alle 9 del mattino e rientro a Trieste nelle ore serali.

Per maggiori informazioni sulle linee internazionali e nazionali, sugli orari e sui biglietti cliccare qui.

Tag: , , .

5 commenti a Saf cancella i collegamenti con la Slovenia, ma arriva la linea Trieste-Parenzo-Pola

  1. beh, dire che il collegamento con l’aeroporto di Ronchi è ottimo mi sembra alquanto ottimistico.. se non è cambiato da quando lo prendevo io, ci si mette un’ora, fra soste e deviazioni..

  2. Sara Matijacic Sara Matijacic

    è vero, ma la frequenza delle corse direi che è ottima: nei giorni feriali un bus ogni mezz’ora parte da TS 🙂

  3. cagoia

    In genere xe tutti orari fatti per chi vol vignir a Trieste. E no per chi da Trieste volessi a far a far un giro fora. (salvo eccezioni)

  4. esatto, come che disi cagoia, i dà per scontado che el bus ciol i poareti che sta fora, e che i siori triestini se movi tuti in macchina.

  5. stefano

    mancano collegamenti ferroviari, soprattutto con Sesana e Lubiana!! Della serie vojo ma no posso… Quali le linee marittime x Slo e Hr?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *