14 Aprile 2010

Ascoli – Triestina 1-0: l’Unione a un passo dal baratro

(fonte http://sportitalia.com )

La Triestina è a un passo dal baratro, e sembra non voler fare nulla per evitare di caderci dentro. La sconfitta di Ascoli risuona sinistra come un rintocco a morto, per l’ inconsistenza e lo scarso impegno dimostrati dalla squadra nell’ arco di una partita che avrebbe dovuto rappresentare uno snodo cruciale sulla via della salvezza. Tutti si aspettavano che gli alabardati sarebbero scesi in campo con la bava alla bocca dopo l’ inopinata sconfitta subita contro il Brescia, invece i ragazzi di Arrigoni in campo non sono proprio scesi, e a conferma di ciò basti solo dire che il primo tiro nello specchio della porta è arrivato all’ 89’. È vero che il tecnico alabardato era stato costretto a reinventarsi la formazione a causa delle numerose assenze e squalifiche, ma ciò non basta a giustificare il triste spettacolo offerto dagli undici giocatori scesi in campo.

LA PARTITA – Sulla partita c’è poco da raccontare, visto che all’ Ascoli non è servito fare più di tanto per portare a casa i tre punti e quindi la noia l’ ha fatta da padrona per larghi tratti della gara. Per l’ episodio chiave è bastato attendere dieci minuti quando Nef ha inspiegabilmente trascinato Silvestri a terra proprio in mezzo all’ area di rigore. Inspiegabilmente, perché il giocatore marchigiano non sarebbe mai riuscito a intercettare lo spiovente che gli era passato sopra la testa. Rigore ineccepibile, con conseguente trasformazione di Antenucci . Al 23’ l’ Ascoli va vicino al raddoppio con l’ ottimo Giorgi, che liberato in area lascia partire un diagonale su cui Calderoni è bravo a distendersi. Per il resto del tempo non c’è null’ altro da segnalare se non un dominio territoriale dell’ Ascoli e l’ assoluta incapacità di costruire alcunché di pericoloso da parte degli alabardati. Nel secondo tempo vengono disattese anche le speranze di una reazione. L’ Ascoli fa giostrare bene il pallone, ma la prima palla gol arriva al 69’ quando Pesce si inventa una strepitosa semirovesciata che lambisce il palo, per quello che se fosse entrato sarebbe stato uno dei più bei gol del campionato. Cinque minuti dopo la Triestina si vedere per la prima volta dalle parti di Guarna, con Della Rocca che approfitta di uno scivolone di Gazzola e mette al centro per il nuovo entrato Sedivec che però scivola sull’ erba bagnata e manca l’ impatto con il pallone. Arrigoni prova a giocarsi la carta Denis Godeas, e nell’ ultimo quarto d’ora se non altro la Triestina guadagna metri sul campo, rischiando però di essere punita dalle ficcanti azioni di contropiede dell’ Ascoli. Nel finale Della Rocca ha un buon pallone ma viene anticipato al momento del tiro, mentre a un minuto dal termine un tiro di Gorgone da fuori area viene bloccato da Guarna. Il fischio finale è quasi una liberazione da una Triestina troppo brutta per essere vera.

Ascoli – Triestina 1-0

ASCOLI (4-4-2): Guarna; Gazzola, Micolucci, Silvestri, Giallombardo; Pesce, Di Donato (37’ st Luci), Amoroso, Giorgi (36’ st Ciofani); Tiboni (15’ st Bernacci), Antenucci. A disp. Frezzolini, Lupoli, D’ Agostino, Marino. All. Pillon

TRIESTINA (4-4-1-1): Calderoni; Nef, Cottafava, Audel (25’ st Magliocchetti), Sabato; Pani, Princivalli (29’ st Godeas), Gorgone, Pit (14’ st Sedivec); Volpe; Della Rocca. A disp. Dei, D’ Ambrosio, Pasquato, Stankovic. All. Arrigoni

ARBITRO: Peruzzo di Schio

MARCATORI: 10’ pt Antenucci (rig.)

AMMONITI: Tiboni, Gorgone

Tag: , , .

Un commento a Ascoli – Triestina 1-0: l’Unione a un passo dal baratro

  1. Avatar el sinter de gropada

    Il calcio è un settore che, essendo solamente un costo, chiuderà prima di tutti gli altri.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.