22 Febbraio 2010

Trieste a pezzi (5): I pericoli di Valmaura

Continua il nostro viaggio nella “Trieste a pezzi”,  quella meno bella da vedere, quella che noi vorremmo cercare di migliorare. Come già detto nella prima puntata, Trieste è una bellissima città, ma qua e là presenta delle rughe che si presentano sotto forma di sporcizia, abbandono, intonaci poco sicuri, disagi per i pedoni. Per cercare di porre rimedio a tutto ciò bisogna innanzitutto portare allo scoperto queste brutture e il vostro contributo è fondamentale. Per questo vi chiediamo di inviarci le vostre foto a [email protected] Ci premureremo di far arrivare le vostre segnalazioni al Sindaco, per illustrargli la situazione in cui versano certi angoli della nostra città.

Bora.la si sposta oggi a Valmaura, un rione che negli ultimi 20 anni ha subìto grandi trasformazioni, con la costruzione dello stadio Nereo Rocco prima, del PalaTrieste poi, e infine con la ristrutturazione del vecchio stadio Grezar, che è ancora in atto. Spostandosi proprio di un centinaio di metri dal Grezar, attraversando la via Flavia, si arriva in salita di Zugnano. Proprio all’ inizio dell’ erta, come una vecchia bocca sdentata vi accoglie l’ ex cinema all’ aperto di Valmaura.

Mentre sono davanti a questo rudere vedo una signora che sale lungo la via. La fermo e mi faccio raccontare un po’ la storia della costruzione. Vengo a sapere che l’ ex cinema Primavera fu chiuso circa venti – venticinque anni fa ed era sempre pieno di gente.  Il terreno e la muratura esterna appartengono a un privato che ha la casa nelle vicinanze, quindi il Comune può fare ben poco. Certo ognuno è padrone a casa propria penso, anche se lo stato di abbandono che si vede dietro il cancello mi lascia un po’ di tristezza, ma il muraglione pericolante all’ entrata sembra in procinto di cadere giù da un momento all’ altro. Lo faccio notare alla signora che conviene con me solo parzialmente <<La ga ragiòn, xe pericoloso, però tante volte quando ghe xe bora o piova se riparemo qua soto>>.

Sceso dalla salita di Zugnano sono andato verso via Valmaura, all’ angolo dei giardini di via Carpineto c’è l’ entrata di un palazzo che dovrebbe essere il retro dell’ Università (facoltà di Medicina).  L’ arco di cemento in entrata è da mettere i brividi ai polsi. Basta dare un’ occhiata per rendersi conto di quanto sia elevato il rischio di crolli.

Per quanto riguarda invece la situazione delle strade ci spostiamo in centro città, dove vengono segnalate due situazioni di pericolo.

La prima è in via Carducci, dove mese dopo mese si sta creando un vero e proprio cratere nel pavè.

(foto di Enrico Maria Milic)

Invece in via Udine all’ altezza del civico 61 c’è un bel buco in mezzo alla carreggiata con il tombino che spunta fuori.

(foto di Enrico Maria Milic)

Tag: , , , , .

3 commenti a Trieste a pezzi (5): I pericoli di Valmaura

  1. Avatar ciccio beppe

    Questa è una delle rubriche più belle di bora.la
    Aspetto di vedere ‘Euroregione a pezzi’ 😉

  2. Avatar Fabio Turco

    Grazie per l’ apprezzamento 🙂
    Sarebbe assai bello fare anche un’ Euroregione a pezzi, ma più che mai ci vorrebbero le indicazioni, o ancor meglio le foto, di chi abita in altri posti dell’ Euroregione.

  3. Avatar brancovig

    ottimo servizio pubblico

    io invierei le foto al sior sindaco per conoscenza

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.