6 Febbraio 2010

Triestina – Sassuolo 0-1: l’Unione va sempre più giù

Ormai sembra di assistere al gioco dello schiaffo del soldato. Ogni avversario che passa al Rocco tira una sberla sulla collottola della povera Unione, e se ne va con i tre punti. È un film visto e rivisto e i tifosi non possono che assistere impotenti a un tracollo che sembra non finire mai. L’ avversario di oggi era la capolista Sassuolo, niente di più complicato, ma il bel gioco espresso dagli alabardati fino al gol di Quadrini, e la seguente assenza di qualsiasi tipo di reazione, sta a significare che in questo momento il problema psicologico sovrasta i pur evidenti limiti tattici.

Nel primo tempo Somma ripropone lo schieramento con cinque difensori preferendo Pit a Colombo per il ruolo di terzino sinistro. Comincia bene l’ Unione, lasciando pochi spazi agli avversari e mordendo subito in avanti con Audel, che da pochi passi spreca un pallone prolungato di testa da Godeas. Dopo circa venti minuti di studio l’ Unione scioglie la briglia e comincia a cercare ripetutamente il vantaggio. Al 22’ un colpo di testa di Nef mette in seria difficoltà Bressan, che con molti patemi riesce ad allontanare il pallone. Un minuto più tardi il Sassuolo accenna una timida reazione con una conclusione alta di Martinetti, ma è ancora la Triestina a insistere con due iniziative di Pasquato. La prima, al termine di uno scambio con Pani, impegna Bressan a una difficile deviazione. La seconda è una magia al volo dai trenta metri che costringe il portiere sassolese a un intervento straordinario. Come nel match contro il Piacenza quando gli uomini di Somma sono padroni del campo, e il gol sembra questione di istanti, arriva puntuale il gol degli ospiti. Al 36’ Martinetti batte una punizione dal limite per il Sassuolo. Il suo tiro si infrange sulla barriera ma Quadrini va sulla ribattuta e lascia partire un missile che sbatte contro la traversa e si insacca in rete. Assolutamente niente da fare per Calderoni. Il Rocco si gela in un istante e i fantasmi dell’ ennesimo incubo si materializzano tra i tifosi. Cala il freddo e la Triestina si paralizza, al punto che nel finale di tempo il Sassuolo rischia di trovare il raddoppio. La ripresa giunge provvidenziale e si spera che il caldo degli spogliatoi ritempri l’ animo dei giocatori evidentemente scossi dall’ immeritato svantaggio. Ma nel secondo tempo degli alabardati non c’è traccia. L’ unica occasione arriva al 57’ con Testini, che da solo in mezzo all’ area colpisce di testa un bel cross di Pit, positivo l’esordio del romeno, ma smorza troppo.  È l’ultimo segnale di vita della Triestina, perché da quel momento c’è solo il Sassuolo che gestisce con ordine il vantaggio e va più volte vicino al raddoppio. Somma prova a mettere dentro Della Rocca, ma vederlo giocare assieme a Godeas è peggio che andar di notte, e anche questo è un film già visto. Neanche il ritorno in campo di Siligardi dopo oltre due mesi di assenza restituisce il sorriso. Al 74’ un errato disimpegno di Gorgone innesca il contropiede di Riccio che mette Masucci a tu per tu con Calderoni, ma il nuovo portiere alabardato lo ipnotizza. Cinque minuti più tardi Calderoni rimane invece immobile sulla punizione di Bianco che si stampa sull’ incrocio dei pali. Il finale è un flipper impazzito in cui Martinetti e Masucci se la spassano alla grande. Il primo va vicino al gol due volte, prima con un tiro a girare bloccato con qualche difficoltà da Calderoni, e poi con un  bel pallonetto che supera il portiere alabardato e danza sulla linea prima di uscire. Il secondo invece sfrutta l’ennesima bambola della difesa giuliana per impegnare a terra Calderoni. Gli ultimi minuti sono un’ agonia che scatena la rabbia dei tifosi al triplice fischio finale. La Triestina annaspa ora al quintultimo posto e i presupposti per veder finire male questa stagione ci sono tutti. È il momento di decidere se si vuole vivere o morire, e in questo senso il posticipo di lunedì 15 febbraio contro la Salernitana darà un responso decisivo.

Triestina – Sassuolo    0-1

TRIESTINA (5-3-1-1): Calderoni; Nef, Audel (17’ st Della Rocca), Cottafava, Scurto, Pit; Gorgone (29’ st Siligardi), Pani, Testini; Pasquato, Godeas. A disp. Dei, Brosco, Colombo, Cossu, Gissi, Siligardi, Della Rocca. All. Somma

SASSUOLO (4-3-3): Bressan; Polenghi, Minelli, Rossini, Bianco; Salvetti (32’ st Piccioni), Magnanelli, Riccio; Noselli (20’ st Masucci), Martinetti, Quadrini (14’ st Valeri). A disp. Pomini, Consolini, Gorzegno, Fusani. All. Pioli

ARBITRO: Rocchi di Firenze

Guardalinee: Dobosz e Passeri

AMMONITI: Gorgone, Minelli, Martinetti, Magnanelli, Pasquato Bianco

MARCATORI: 37’ pt Quadrini

Tag: , , , , , , , , , , .

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.