28 Novembre 2009

Modena – Triestina 2-0: Bruno fa cantare i canarini

Modena – Triestina  2-0

MODENA (3-5-2): Narciso; Perna, Gozzi, Tamburini; Ricchi, Bianco (40’ st Spezzani) , Colucci, Troiano, Giampà; Bruno (27’ st Girardi), Gilioli (17’ st Catellani). A disp. Alfonso, Belfasti, Daminuta, Napoli, Carini. All. Apolloni

TRIESTINA (4-2-3-1): Agazzi (41’ st Durandi) ; Nef, Scurto, Cottafava, Sabato; Cossu, Gissi (23’ st Della Rocca); Sedivec, Testini, Stankovic (13’ st Siligardi); Godeas. A disp.  Brosco, Magliocchetti, D’ Ambrosio, Hottor. All. Somma

ARBITRO: Pierpaoli di Firenze

MARCATORI: 17’ pt Bruno, 21’ st Bruno

AMMONITI: Perna (M), Colucci (M), Gilioli (M), Ricchi (M), Sedivec (T), Sabato (T)

L’ entusiasmante corsa della Triestina si interrompe all’ ottavo ostacolo. In una partita dall’ intenso profumo di play off il Modena regola gli alabardati per 2-0 al termine di una gara tenuta in pugno quasi costantemente dall’ inizio alla fine. La formazione di Apolloni ha confermato i timori di chi temeva questa trasferta. Rapidi, letali e organizzati i canarini hanno sfruttato al meglio il fattore campo, concedendo veramente poco agli alabardati.

C’è da dire che la Triestina si presentava alla partita del Braglia in una situazione di particolare emergenza a centrocampo, dopo spiccavano le assenze degli squalificati Pani e Gorgone, e degli infortunati Princivalli, Volpe e Tabbiani. Anche David Dei non era partito per Modena a causa di uno stiramento. Al suo posto in panchina c’era Durandi.

L’ inizio è da brividi per gli uomini di Somma. Già dopo 4’ Bruno si scontra con Agazzi in uscita, dopo aver eluso la guardia di Cottafava. L’ impatto salva il risultato, ma non la caviglia del portiere alabardato, che stringerà i denti fino a 5’ dal termine quando verrà sostituito da Durandi. Sempre Agazzi si rende protagonista di due strepitosi interventi, prima su tiro da fuori area di Colucci e poi su colpo di testa di Tamburini, ma non può nulla al sedicesimo quando Bruno da pochi metri insacca un pallone che aveva sbattuto sulla traversa dopo un violentissimo tiro di Bianco. La Triestina accenna una timida reazione ma è sempre il Modena a fare la partita e ad andare vicino al raddoppio al 28’ con un tiro di contro balzo di Bianco che sibila accanto al palo alla destra di Agazzi. L’ occasione più grande per l’ Alabarda capita sui piedi di Testini 4’ più tardi. L’ esterno perugino, da solo all’ altezza del dischetto lascia partire un rasoterra che Narciso deve deviare con i piedi. Il finale di tempo è ancora giallo canarino, con Bruno che si vede annullare un gol per sospetto fuorigioco.

Nella ripresa il leit motiv della partita non cambia, con i padroni di casa sempre in avanti alla ricerca del gol della sicurezza. Dopo un tiro di Gilioli di poco alto sopra la traversa, è ancora Bruno a farsi trovare pronto all’ appuntamento con il gol. Il centravanti modenese raccoglie sul secondo pale un preciso cross di Giampà e fulmina Agazzi con potenza a precisione. Somma prova la carta Della Rocca, che appena entrato va subito vicino al gol su azione di calcio d’ angolo, ma l’ occasione più ghiotta porta a firma di Siligardi, che qualche minuto più tardi riesce a partire dalla trequarti e ad accentrarsi fino a lasciar partire una sventola che sbatte sulla traversa. È l’ ultimo sussulto della Triestina, che incassa così la prima sconfitta della gestione Somma, la quinta del campionato. Ora sarà importante recuperare tutti gli effettivi, specialmente a centrocampo, dove le numerose assenze oggi si sono fatte sentire. Gli alabardati saranno nuovamente in campo martedì al Rocco, per la sfida di Tim Cup contro il Sassuolo.

Tag: , , , , , , , , , , , , , , , .

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.