3 Ottobre 2009

In Irlanda vincono gli YES

Schiacciante vittoria del sì per il referendum sul Trattato di Lisbona, ben prima della pubblicazione dei risultati ufficiali.
Da una parte potremo essere rappresentati più direttamente a Bruxelles, dall’altra è mancato il “rifiuto all’ EU dei banchieri”, auspicato dagli eurocritici.

Particolari su: http://www.lemonde.fr/europe/article/2009/10/03/le-oui-l-emporterait-au-referendum-irlandais_1248697_3214.html#ens_id=1247280

Tag: , , , .

2 commenti a In Irlanda vincono gli YES

  1. Ancora una volta, una direzion poco limpida e non tropo democratica, per la UE.

  2. Avatar brancovig

    A me sembra che ci sia dell’egoismo nelle decisioni e quindi nel voto.
    L’Irlanda aveva come scelta di sviluppo un economia a forte respiro neolibersta. Quando le cose andavano bene l’egoismo si manifesta con una forte allergia a subire regole decise altrove. Alla luce della crisi finanziaria allora l’ombrello dell’europa lo voglio anch’io, a protezione.

    In verità il risultato non è soprendente perchè in molti stati non si pensa ad un europa veramente unita ma ad un europa che meramente distribuisce le risorse (la politica del ciò quanto me riva) che forse è la cosa strategicamente meno rilevante. Io credo che il 90% delle risorse dovrebbe essere fornito dai cittadini della nazione, per responsabilità, e solo un massimo del 10% come aiuti dall’europa su progetti veramente strategici per più nazioni europee (trasporti, energia ed ambiente, difesa)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.