6 Agosto 2009

In vacanza a Osterwitz, nei luoghi della mia infanzia

Propongo ai lettori una vacanza sui luoghi della mia infanzia, l’ennesima operazione-nostalgia forse: diversi anni passati ad Osterwitz, paesello stiriano ai confini con la Carinzia: si stava nella pensione-albergo di Herr Reinisch, che offriva una pista da bowling in legno fatta in casa un po’ alla buona ed un laghetto per la pesca della trota. Panorama incantevole, punto fisso del paesaggio la chiesa di Santa Maria. Ampia possibilità di passeggiate tra i boschi. Capirete che si tratta d’una vacanza per famiglie o per romantici, niente movida notturna né necessità di decreti antipipì…

Una trentina di chilometri più a Nord, interessante gita a Piber, dove vengono allenati i cavalli lipizzani della Scuola Spagnola di Equitazione di Vienna. Fino alla prima guerra stavano a Lipizza, appunto: ma dal 1920 essi furono trasferiti in questo nuovo maneggio. Si possono ovviamente fare escursioni a cavallo, giri in carrozza ed assistere alle esercitazioni ed alle parate in una rustica arena. Rispetto a Lipizza, c’è il vantaggio che non ci sono né casinò né piscina.

Tenendo Osterwitz come punto di riferimento (anche se non è proprio il centro del mondo), a circa 40 chilometri c’è Stübing. Qui è da vedere il museo open air (Freilichtmuseum): su 60 ettari sono ricreate, dal 1962, case e cascine provenienti da tutta l’Austria, dal Vorarlberg al Burgenland. È l’unico museo del genere in Austria (ne ho visto uno simile – ma molto più grande – ad Enkuizen in Olanda, ed uno un po’ meno ambizioso a Tallinn, in Estonia); la ricostruzione degli ambienti è resa più suggestiva dalla presenza di figuranti in costume, che paiono vivere là per davvero, intenti chi al campo, chi alle mucche, chi al tombolo o alle faccende domestiche. Si tratta di una visita, a mio parere, da non perdere, anche se avete più di otto anni: l’Austria di Stübing è forse un po’ posticcia, ma proposta con rigore filologico e passione autentica; e l’Austria di Osterwitz, ancor oggi, non è poi tanto diversa.

Il piccolo capoluogo della zona è però Deutschlandsberg, che fa poco più di ottomila abitanti: a diciassette chilometri da Osterwitz. Un posto per fare la spesa e uscire la sera. Da qui, consiglio le escursioni ai castelli di Stainz e di Hollenegg. E ovviamente, c’è sempre la possibilità di andare a Graz.

Tag: , , , , , , , , .

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.