7 luglio 2009

La quela del quel: la cità del No se pol

El quel dela quela esce in edizione inversa per pubblicare la missiva del nostro esimio e carissimo concittadino T. Patoco che si difende dalle accuse di nosepolismo.

“Cari tuti, dopo che el quel dela quela ga publicado la mia letera aperta al sior sindaco sul GIotto multisala esteri che i vol far arente barcola, tanti cagamiracoli me ga acusado de nosepolismo. Per mi, i xe tuti in malafede, che ghe ciapi el scagot! Mai acusa fu più lontana dala mia indole! Mi, se no gavè capido, no son un de quei veci che disi solo NO SE POL, mi semplicemente combato el NO SE POL dal’interno. Solo chi che cresi col NO SE POL, che fa propria questa filosofia de vita e che la condividi pol capir e pol disquisir (eco, ben due POL no precedudi da NO SE) sul NO SE POL. Alora mi ghe digo a quei altri gnampoli, finti SEPOLISTI (che no i fa altro che dirme che NO SE POL dir NO SE POL), che mi, dal’interno del NO SE POL, go capido una grande verità, che per lori che xe ancora sula strada del’iluminazion xe lontana. Tuto el NO SE POL con cui i bamberle se riempi la boca, noi iluminai che lo combatemo dal’interno lo gavemo za sconfito mentre lori sta ancora là a sbisigarse. El mio intervento mascherà da NO SE POL iera invece un gran SE POL: SE POL andar al bagno a barcola dandoghe un do piadoni a quel cantier de memele de sta idea del kaiser del cinematografo che parla per zakai. El scandal che xe nato co iera el giro d’italia xe sta un altro grandisimo esempio de SE POL: se pol pasar davanti a piaza unità senza restar incugnadi in mezo ai auti, e questo solo grazie al piadon del sior sindaco Of Square che aprofito per ringraziar.

Insoma cocoli, scoltè un che vivi in questa cità da generazioni: tuta sta tiritera del NO SE POL xe una gran trapolada che sti ludri che volesi far i propri comodi ga tirado su per insempiarne e infinociarne. Co sarè iluminai anca voi, vederè che entrando nela filosofia del NO SE POL riverè a capir che in realtà questa altro no xe che la vera via del SE POL. E desso no steme tazar l’anima che devo andar al bagno!”

Dei compra anca ti el Monon Behavior

Tag: , , , .

7 commenti a La quela del quel: la cità del No se pol

  1. Sior T.Patoco, no xe che la iera lei per caso quel co la zincuezento e barchin a seguito che el xe rivado a scapolar cc, gdf & co, e incugnarse in te la zona rossa, rivendicando i sui diriti?

  2. no, però lo conoso. Xe un altro dei grandi combatenti del NOSEPOL dal’interno. Ga dimostrado ala grande che SE POL carigar un caìcio su una 500 e SE POL andar a pescar a Muja pasando per la zona rossa anca col G8, come del resto el fa da una vita.

  3. Giancarlo

    Sior Patoco, anche mi son un de quei che ga visto la luce del NO SE POL da de drento. In realtà, secondo mi, NO SE POL xe la maschera de un conceto assai più profondo: NO GA SCOPO.
    Cussì riassunto definitivamente: “No sta bazilar, no ga scopo”.
    Esprimi una calma, una sagezza barcolan-carsolina che gnanche a Costantinopoli prima che rivi i turchi…

  4. Giancarlo, te son un grande! 😀

  5. furlàn

    CHI POL DIR

  6. mamolo

    co go fini’ la man de cotecio provarò a leger meio sto toco.. perchè NO SE POL andar al bagno, zogar a cotecio, bever una sciocheza, meter su una griglieta, scampae ogni giorno dala piova e anca leger tuto sto blog..
    lasene star, dei

  7. effebi

    SE POL
    —-

    Parole sporche
    (la più graziosa:
    merda).
    Taconàr
    dove se vol
    (e se pol).
    Tete par tuto
    e culi magri e grassi.
    Baleti de qualsiasi
    color.
    I culatoni
    ga ‘l suo sindacato.
    Solo
    mèterse i diti
    in t-al naso
    xe sconveniente

    (Manlio Malabotta)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *