26 Giugno 2009

Omero: «Dipiazza mente: ha ricevuto stipendi da amministratore dell’aeroporto»

Scrive Fabio Omero del Pd sul suo blog: «Perché Dipiazza racconta le bugie? Ha sempre sostenuto di non aver ricevuto compensi dall’Aeroporto Fvg Spa e poi i revisori dei conti del Comune nella loro relazione sul rendiconto 2008, ancora fresca di stampa, lo prendono in castagna».

Tag: , , .

4 commenti a Omero: «Dipiazza mente: ha ricevuto stipendi da amministratore dell’aeroporto»

  1. Avatar Marisa

    Ma si può sapere quanti soldi si è portato a casa?
    Al di là della bugia…..vogliamo sapere anche “QUANTO”?

  2. Avatar brancovig

    Secondo me il problema non è se Dipiazza ha ricevuto compensi ma il fatto che un politico (Dipiazza è un esempio ma la lista in verità e molto lunga) senza nessun CV specifico nel campo deve svolgere un lavoro mangeriale/organizzativo specifico.

    Fin a quando la politica non accetterà la possibilità di delegare a dei professionisti con talento la gestione di strutture pubbliche (nel caso specifico l’areoporto del regione FVG) non si avrà crescita delle strutture.

  3. Avatar Bibliotopa

    quando ponevo questo interrogativo, ancora negli anni ’70, in cui era incontrastato il dogma “Tutto è politico”, mi spiegavano che i dirigenti hanno da essere politici, per dare le direttive generali, e poi i loro sottoposti , che sono poi quelli che in realtà ci lavorano e rimangono, mentre i politici vanno e vengono secondo lo “spoil system, hanno da esser tecnici.
    Potrei forse accettarlo, se in tal caso la paga dei politici a capo fosse puramente simbolica. Però mi sembra più logico il principio che, per ottenere buoni risultati, un esperto del settore sia più adatto di un tuttologo politico.

  4. Avatar brancovig

    In verità il politico dovrebbe dare le linee strategiche, i grandi obiettivi. Per far ciò non è necessario disporre di poltrone anche perchè poi in molti consessi interprovinciali quali l’areoporto del FVG si ragiona speso con logiche localistiche e non con visioni strategiche.

    La politica dovrebbe preoccuparsi di ottimizzare i collegamenti tra le maggiori città dell’ FVG e l’areoporto.

    E’ troppo difficile avere come obiettivo, visto la prossimità della linea ferroviaria, un collegamento veloce aereoporto-treno navetta verso magari la stazione fs di monfalcone e poi da li verso tutto il resto della regione

    per far questo un politico non ha bisogno di sedere del CdA della società Aeroporto Friuli Venezia Giulia S.p.A. o di esserne il presidente. Abbiamo si o no un assessore ai trasporti nella giunta del FVG?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.