24 Giugno 2009

Cosa dicono siti e agenzie sul G8 di Trieste

Secondo l’Agenzia Multimediale Italiana, il vertice dei Ministri degli Esteri a Trieste sarà monco di interlocutori fondamentali come Hillary Clinton e perciò avrà un valore relativo.

Affari Italiani racconta delle iniziative critiche contro il G8:

Nessun corteo di protesta, nessunamanifestazione chiassosa, ma solo un presidio ‘locale’. Leassociazioni e le organizzazioni della ‘Rete No G8′ a Triestelo hanno dichiarato apertamente questa mattina nel corso di unaconferenza stampa: non ci saranno per il summit giuliano ne’coinvolgimenti regionali, ne’ tantomeno nazionali e quindi none’ prevista in citta’ alcuna particolare ‘resistenza’ o arrivoin massa da fuori citta’ per attuare un ‘contro summit’. Leassociazioni hanno invece presentato un calendario diiniziative collaterali al G8 che saranno concluse appunto da unpresidio, la sera di venerdi’ 26 giugno, nella centralissimavia delle Torri, a ridosso dell’area dove si svolgera’ ilsummit internazionale. ‘Facciamo appello a tutte le forzesociali, ai singoli, alle altre associazioni – si legge in unvolantino – affinche’ partecipino al presidio per manifestarecontro il vertice e a favore, invece, di vere politicheinternazionali di solidarieta’ e di pace’.

L’Ansa informa sul programma dell’evento:

TRIESTE – Saranno 44 le delegazioni estere presenti da domani al 27 luglio al G8 di Trieste. Il dato è stato reso noto dalla Farnesina precisando che l’incontro di Trieste sarà l’ultimo prima del vertice tra i capi di Stato e di Governo in programma a luglio a L’Aquila. Quello che comincerà domani in piazza Unità d’Italia, nel centro di Trieste, sarà il 35.mo summit tra i ministri degli esteri. Agli incontri – che saranno seguiti da circa 500 tra giornalisti e telecineoperatori di tutto il mondo – si parlerà in ben undici lingue (italiano, inglese, francese, tedesco, giapponese, russo, spagnolo, arabo, cinese, turco e dari/pastho. Per preparare gli incontri di Trieste si sono svolte ben 168 missioni: 81 nel 2008 (di cui 30 organizzative) e 87 nel 2009, di cui 40 organizzative. Il ministro degli esteri italiano, Franco Frattini, sarà il ‘padrone’ di casa. Domani alle 11 incontrerà ufficialmente il Consiglio comunale di Trieste, mentre successivamente accoglierà le delegazioni. In serata, al Museo Revolterra, il G8 esteri comincerà ufficialmente con una cena ristretta ai soli ministri e capidelegazione. Venerdì 26 giugno il via ai lavori nel palazzo della Giunta regionale dove tutte le stanze sono state attrezzate per i relativi incontri. I giornalisti saranno invece ospitati alla stazione Marittima dove è stata allestita la sala stampa con accessi Internet e stanze per le videoconferenze.

Tag: , , , .

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.