21 Marzo 2009

Fogar del Circolo Miani indagato per truffa ai danni della Regione

La notizia viene riportata dal blog di Gaetano Toro. Lo scorso 16 marzo è stato rinviato a giudizio Maurizio Fogar, a causa di un’accusa per cui l’associazione Circolo Miani già guidata da Fogar avrebbe percepito finanziamenti dalla Regione che non risulterebbero giustificati dalla documentazione esibita da Fogar stesso.
Il Circolo Miani è salito all’onore delle cronache per essere uno dei punti di riferimento del movimento per la chiusura della Ferriera di Servola.

Tag: , .

4 commenti a Fogar del Circolo Miani indagato per truffa ai danni della Regione

  1. Avatar Giorgio

    Speriamo che Fogar Maurizio legga questo blog, quello di Gaetano Toro o quello dei Finanzieri Democratici, perchè vorrei porgli alcune domande banali ma dalle quali gradirei ottenere una risposta.
    Sono un abitante del popolare rione di Servola, laddove è ubicato il Circolo Ercole Miani, Fogar ha sempre detto di provenire da una famiglia ricca (e che lui abbia affermato questo lo possono testimoniare in molti) ma se ciò è vero, come mai ora ricorre al gratuito patrocinio? Dobbiamo pagare noi contribuenti le sue spese legali? Sul sito internet del Circolo Miani quest’anno si richiede ai cittadini di sottoscrivere il 5×1000 a beneficio dello stesso sodalizio, questa richiesta è compatibile con il rinvio a giudizio disposto dalla magistratura triestina?
    Giorgio (Trieste)

  2. Avatar Giorgio

    Ieri pomeriggio ho mandato un commento sull’argomento, ma vedo che non lo avete pubblicato e preso in considerazione.
    Saluti da Giorgio

  3. Avatar Rip

    Sicuramente l’associazione “Circolo Miani” ha fatto molto più er servola di chi ora apre bocca per respirarne solo l’aria maleodorante.

  4. Avatar Lorenzo

    Nessuno disconosce l’impegno profuso dagli attivisti del “Circolo Miani” (Diminich, Pezzetta e Fogar in primis) contro l’inquinamento ambientale del rione di Servola, un conto è la cronaca giudiziaria (la responsabilità penale è personale secondo il nostro codice) e ben altra cosa è il lavoro posto in essere a Servola, Valmaura e negli altri rioni ad alto rischio ambientale.
    Ci auguriamo, ovviamente, che Fogar riesca a dimostrare la sua innocenza.

    Lorenzo L.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.