28 Ottobre 2008

Il libro di Nacci su Priebke, Mengele e Eichmann

Riceviamo e pubblichiamo da Luigi Nacci:

Nel settembre del 2001, a San Carlos de Bariloche, ridente cittadina della Patagonia nord-occidentale ai piedi delle Ande, viene rinvenuto un dattiloscritto in tedesco. Si tratta di un memoriale in versi, la cui paternità viene immediatamente e senza ombre di dubbio attribuita a Erich Priebke, Josef Mengele e Adolf Eichmann, i tre gerarchi delle SS che avevano trovato rifugio in Sudamerica dopo la fine della seconda guerra mondiale grazie a O.D.E.S.S.A.
Dopo anni di titubanze editoriali, dovute inevitabilmente alla scabrosità dei suoi contenuti, l’opera è stata finalmente tradotta e presentata al pubblico italiano, sotto la curatela di Luigi Nacci.
Madrigale OdeSSa, edizione italiana a cura di Luigi Nacci, Napoli, d’if, 2008

Tag: , , , , .

Un commento a Il libro di Nacci su Priebke, Mengele e Eichmann

  1. Avatar Anonimissimo

    E dell’incontro possibile in un lunedì a Opicina per decidere l’estradizione di Priebke ci sono notizie?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.