11 marzo 2008

“Pronto? – C’è Illy in Linea…!

illy-presidente.jpg Il presidente ha ri-aperto le visite.Qui ne ho già detto qualcosa in più.  E il 18 marzo, per Mondadori, esce “Così Perdiamo il Nord”.Scaramanzia?

Tag: , .

21 commenti a “Pronto? – C’è Illy in Linea…!

  1. Look abbastanza agghiacciante, direi.
    C’è un feed, ma sarebbe bello se ci fosse quello del calendario.

  2. Già il fatto che Illy non abbia più tenuto aperto il canale della comunicazione con i cittadini di questa regione attraverso il suo sito che aveva attivato nel 2003 (guarda caso in occasione della prima campagna elettorale per la conquista della regione), la dice tutta, non tanto di quello che vorrà fare (promesse future), quanto di come si è già comportato (fatti concreti). E se i fatti contano qualcosa…

  3. In effetti il sito di Illy è stato in silenzio per cinque anni e riapre adesso, come sta accandendo, in realtà, anche in altri casi (così come nuovi siti di candidati nascono).
    Ad un primo impatto, lo stesso aspetto grafico suggerisce comunque l’idea che il web non sia il tipo di comunicazione che il personaggio-Illy preferisce; l’icona del Governatore consta di un certo grado di ieraticità (benconfermato dalla foto in testata) che stabilisce uno scarto rispetto alle modalità della Rete.
    Mi attendo di più, sul piano comunicativo, dal libro (un po’ come era stato per “Polietica” nel 2003), che già nel titolo pare rimandare, ancora, ad un gesto semioticamente forte: allo spiazzamento rispetto agli orizzonti di attesa desueti.

  4. francesca

    Bello e impossibile. Impossibile votarlo, intendevo…

  5. Dato che ora sembra lecito fare propaganda elettorale ;-), io penso che sia impossibile votare una persona che non sia Illy, se non vogliamo continuare a sguazzare nel provincialismo e nella mediocritä.

    Da noi si dice: Auf einen harten Klotz gehört ein harter Keil

    Su un blocco duro ci vuole un cuneo duro.

  6. roberto

    Scusate, ma mi sembra che le parole di alcuni qua sopra siano semplicemente ignoranza.

    Basta andare sul sito della regione per capire che il “canale della comunicazione” è rimasto aperto. per 5 anni, e tramite l’istituzione a cui il candidato (una volta vinto non è più candidato) è stato eletto. con tanto di feed, per voi espertoni.

    se i fatti contano qualcosa, sapete già chi votare, è facile.

  7. enrico maria milic enrico maria milic

    roberto, effettivamente, ha ragione.
    illy ha fatto un sacco di cose per essere presente, e raggiungibile, on-line. vedi:
    http://www.regione.fvg.it/illy/illy_new/welcome.asp

  8. Mi secca fare il difensore d’ufficio, ma dal link beffardo che Enrico segnala, sembra che quel comunicato sia il SOLO che la Presidenza abbia diramato. Mentre è noto che quello è solo l’ultimo, nell’esercizio delle sue funzioni presidenziali del primo mandato 2003-2008. Prima, all’indirizzo web della Regione FVG, ogni giorno le attività passate presenti e future erano continuamente aggiornate. Ovvio che l’ufficio stampa “serve” il Presidente in carica.

    Che, poi, nemmeno Riccardo Illy faccia un uso ‘aperto’ delle possibilità di Comunicazione che la Rete offre, bene: questo è un fatto. Una scelta, come scelta è quella di altri di interpretarne meglio le possibilità. Ma non c’è un tantino di demagogia nell’uso che alcuni ne fanno?

    Infine: l’intero mondo dei Media è da rifondare profondamente: le sue malattie sono note a chi ne ha frequentato ( non a caso spesso respinto ) le logiche anti meritocratiche e politicizzate.

    Enrico fa bene a sollecitare maggior attenzione al Mezzo che anche qui dimostra la sua utilità e qualità, fa male a confondere ruoli e responsabilità.

  9. enrico maria milic enrico maria milic

    no, valerio, non ero beffardo. dico sul serio.

    su quella pagina web (di cui ho messo il link sopra) ci sono un sacco di link di navigazione nella colonna sinistra.

    illy è raggiungibilissimo, almeno apparentemente, alla voce “segreteria e portavoce” e tramite il link “scrivi al presidente”. ha messo il suo programma ben visibile. pubblica tutti i suoi appuntamenti. ed ha promosso la web-tv (che reputo una pessima idea in termini di comunicazione on-line, ma bisogna anche dire che c’è il canale della regione su youtube ).

    malgrado il taglio della comunicazione di illy (in breve: serio, istituzionale, compassato e, quando possibile, defilato) che non si dovrebbe integrare chissacchè con gli aspetti potenzialmente comunitari della rete, mi sembra che illy sia sempre stato raggiungibilissimo dai cittadini.

  10. Touchèe!

    Abbasso la coda di paglia?

  11. enrico maria milic enrico maria milic

    ehm…
    : )

  12. Vi assicuro che quando lo intervistai
    io, aveva un altissimo grado di ieratività.

    Non sarà consona della rete, ma di certo ben si addice al personaggio

    Se non ci credete, qui c’è il link all’intervista:
    http://bora.la/2007/05/12/i-grandi-maestri-il-governatore/

  13. cazzo geniale
    “ieratività” come neologismo a indicare
    un modo di stare in rete serio e compassato.

  14. Anche a me “ieratività” piace, rende bene la coniugazione tra la necessità iconica e l’approccio, appunto, ieratico della comunicazione che il Governatore sembra prediligere.
    Come ho anche accennato, e scritto altrove, l’impatto comunicativo di Illy è fortemente improntato dalla ricerca dello straniamento, della frattura dell’orizzonte d’attesa.
    Credo che una delle sue motivazioni sia lasciare in chi è raggiunto dalla comunicazione uno spazio di faglia nel quale cogliere che c’è comunque altro, oltre la consumazione-fruizione e del messaggio; uno spazio da intercettare con gli aforismi di Cioran, con le inquietudini di Robert Walser, con la nettezza di Fleur Jaeggy.
    Ma è altro che comunica, comunque, suggerendosi come oggetto di un desiderio di Altro. Ecco dunque la comunicazione sul Web a profilo istituzionale ed il silenzio del sito fino alle elezioni (un silenzio che, a differenza del mio sodale naoniano, tendo ad interpretare come sospensione oracolare); ecco il libro, quasi una follia nell’era della comunicazione immediata.

  15. Ideepercordenons e non solo

    Mi trovo d’accordo con Valerio e purtroppo devo dissentire da Enrico Maria che, stavolta, trovo stranamente appannato nel giudizio.

    Allora, distinguiamo l’Illy persona/politico dall’Illy presidente del FVG.

    E’ chiaro che come presidente ha avuto una struttura, quella della regione (pagata dai cittadini), per comunicare ciò che faceva (tra l’altro mi piacerebbe sapere quanto è costato tutto l’ambaradan comunicativo di Illy e a cosa sia veramente servito. No, lo dico perché poi, sapete, tagliano i fondi necessari, magari i giochi o gli strumenti necessari in alcuni servizi ospedalieri dedicati ai bambini, ma per spendere sulla comunicazione i fondi si trovano sempre…).

    Ma l’Illy persona? Nulla. Il sito lo ha chiuso subito dopo le regionali, cioè nel 2003. Ora lo riapre (questa è demagogia), quando per raccontare quello che ha fatto o il nuovo programma lo troviamo già nelle pagine di cui al link segnalato da Enrico Maria.

    No caro Illy, questa volta il tuo caffè non lo bevo.

    A Roberto qui sopra voglio dire che lo ringrazio per avermi dato dell’ignorante: Pasolini diceva che le persone migliori, quelle più vere, sono quelle che possibilmente non hanno fatto nemmeno la IVa elementare.

    Ora è tardi e domani vado a Milano.

  16. Matteo

    Rancore e citazioni a gratis. Meno caffe’ e piu’ camomille.

  17. enrico maria milic enrico maria milic

    mauro:

    valerio è d’accordo con me!
    come può essere d’accordo anche con te???
    : )))

    non conosco il budget di illy per la comunicazione on-line ma, a vedere i servizi offerti, non dovrebbe essere astronomico. penso però che prima di criticare le ipotetiche spese, dovremmo informarci e conoscerle.

    mauro, non capisco cosa vuoi dire quando differenzi l’illy politico dall’illy persona. per farti un esempio: se illy comunica con me tramite il sito della regione, perchè non va bene? secondo me va bene questo utilizzo della rete: sia come politico, che come amministratore, che come persona.

    spiegati…

  18. Valerio è d’accordo con te?
    E tu sei d’accordo con lui?

    Apro uno shampoo. Cosa preferite? Bollinger?

  19. enrico maria milic enrico maria milic

    la sciampagna che preferisci.

  20. birra rossa per tutti, ma di marca!!!

    (grazie enrichi)

  21. Dopo aver smaltito i fumi dell’alcol da birra rossa, rispondo velocemente alla somanda di Enrico, anche se il concetto che ho espresso mi sembra chiaro.

    Innanzitutto, non ho detto “quanto” è costata la comunicazione di Illy, ma che mi piacerebbe saperlo.

    Ritengo che Illy, assieme al canale di informazione pubblico, avrebbe dovuto mantenere il suo canale personale in quanto più informale: per molte persone risulta più facile interloquire con il sig. Riccardo Illy piuttosto che con “el Presidente de la region”.
    Il problema è che per approcciare al suo attuale canale personale, bisogna prima accendere una fiamma e scongelarlo.

    @ Matteo, dico che nel mio modo di discutere non c’è rancore: è solo voglia di discutere in maniera aperta e franca.
    Comunque, è vero, non ho la stoffa del santo e non riesco a porgere l’altra guancia! 😉

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *