8 Novembre 2007

Austriaci soddisfatti della situazione attuale

Un sondaggio di “Die Presse” evidenzia che la maggior parte degli Austriaci è soddisfatta con la situazione attuale, sia sociale che politica. Questo è da considerare un grande risultato, dato che il Kanzler Gusenbauer (SPOE) era stato all’inizio considerato più una concessione all’alchimia dei partiti che una vera personalità di spicco.

Vediamo le fonti di soddisfazione ed insoddisfazione in particolare: Spicca l’impressione positiva sul livello di vita (89%, +8%), sull’assistenza sanitaria (83%, +6%) – non sapevano ancora che da oggi aumentano i contributi per la salute – , la libertà d’opinione (85%, +4%) e sulla scuola e l’istruzione in generale (82%, +2%). Punti negativi si hanno sull’assistenza agli anziani (54%, -3) e sulla convivenza con gli stranieri (47%, -1).

Le differenze tra gli elettori di diversi partiti politici sono soprattutto evidenti nei giudizi sul Kanzler: 50% (+5) in media, con punte di +30% per gli elettori SPOE e +10% per i Verdi. Tutto sommato, è un indice di come la situazione generale sia considerata uniformemente soddisfacente ed i giudizi negativi rispecchino posizioni preconcette.

Devo pure aggiungere che i risultati, alla faccia della libertà di opinione, sono stati presentati in modo tendenzioso, omettendo i punteggi assoluti (% di soddisfazione) nella suddivisione per preferenze elettorali e l’ accorpamento di FPOE e BZOE, ora due partiti tra loro molto diversi ed in aperto dissenso, ad esempio nell’ attuale campagna elettorale per il municipio di Graz. Tanto per capire come la pensa l’ FPOE, a Graz hanno dichiarato di voler riempire i parchi pubblici di animali per salvaguardare le donne dalle violenze, “tanto in certi paesi islamici i rapporti con animali sono all’ordine del giorno”. Sembra di sentire qualcuno a Treviso…

Questi risultati, obiettivamente lusinghieri, sono confermati dai miei frequenti viaggi/transiti in Austria, che mi fanno vedere un Paese in pieno sviluppo, tranquillo e privo delle tensioni politiche e sociali che caratterizzano sia l’Italia che la Germania. Molto preciso il commento del redattore di “Die Presse”: se l’economia va bene, allora la gente è più contenta anche con tutto il resto”.

Tag: , , , , .

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.