6 ottobre 2007

La minestra de bobici: ricetta e pensieri

La ricetta è quella dell’apprezzata taverna Cigui di Muggia, le parole sono pubblicate sul blog di Federico Degni Carando e sono a cura di Marino Vocci, del circolo Istria:

… Qualcuno osa chiamarla impropriamente minestra istriana o triestina invece è non solo la minestra di tutti gli istriani, ma di tutte le genti dell’Alto Adriatico. Di quelle campagne che spesso arrivano fino al mare. Fatte di pianure e colline a partire dalla costa istriana punteggiata da isole e intersecata dai Valloni, poi il ciglione rettilineo dell’Altipiano carsico, l’estremo lembo della pianura alluvionale friulana e infine la pianura veneta…

Fulvio Tomizza scrive così della minestra de bobici: “…una minestra rinfrescante che utilizza il granoturco tenero, il quale deve sprizzare latte sotto la pressione dell’unghia…”. Una descrizione importante perché viene da chi è stato il più grande narratore dell’Istria e proprio i bobici sono uno dei piatti, che sono parte della cultura e della civiltà della tavola. Diego de Castro lo considerava il mahatma istriano e anche per me è stato la nostra grande anima. Uno scrittore profondamente legato alla sua, alla nostra terra, un microcosmo che ha fatto conoscere al mondo…

Tag: , , , , , .

Un commento a La minestra de bobici: ricetta e pensieri

  1. Si possono trarre dei bei spunti da questa ricetta, la cucina tipica penso sia sempre da riscoprire.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *