5 settembre 2007

“La Croazia patria di Marco Polo”

Suonano così, a leggere la Voce di Fiume, i testi turistici a proposito dell’isola di Kor?ula – Curzola.

“Nell’ambito della commemorazione della battaglia navale presso Curzola del 7 settembre 1298, quando si scontrarono Genova e Venezia e durante la quale fu catturato Marco Polo, ieri a Corzula è stata presentata la brochure e il filmato “Croazia: la patria di Marco Polo”.
L’iniziativa è stata ideata dalla Comunità turistica croata. Il direttore dell’Ente, Niko Buli? ha dichiarato, presentando il progetto, che filmato e brochure sono basati su ricerche scientifiche e che servono per affermare il dato di fatto che Marco Polo, uomo di mare e primo esploratore dell’estremo Oriente, è nativo di Corzula, e che dunque la Croazia è la sua patria. La brochure è stata stampata in 150 mila copie in quattro lingue diverse: 10 mila copie in croato, 40 mila in inglese e 50 mila in cinese e giapponese”.

L’utilizzo discutibile di storie dal passato – storie la cui nazionalità è difficile o impossibile da attribuire visto che prima di duecento anni fa le nazioni non esistevano – pare sia una tendenza nell’ambito delle politiche degi enti pubblici del turismo croato. La storia dell’Apoxiomenos di fattura greca ritrovato nei pressi di Lussino – Lošinj sembra uno dei vari antecedenti: la statua è stata denominata come “l’atleta della Croazia” ed è pubblicizzata, spesso, in tal modo.

– Nota: sulla pagina discussioni della voce ‘Marco Polo’ di Wikipedia c’è una lunga discussione sulla sua presunta nazionalità.

Tag: , , , , .

Un commento a “La Croazia patria di Marco Polo”

  1. paolo v.

    Mettiamo che divento famoso. Tra qualche centinaio d’anni sbarcheranno i Marziani sulla Terra e faranno una mostra su di me “Paolo, il genio di Marte” !!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *